Borgo medievale di San Gimignano in Toscana

Sposarsi in un borgo medievale: 7 buoni motivi

Quali sono i motivi, che spingono coppie di futuri sposi stranieri, e in tempi più recenti anche italiani, a scegliere di sposarsi in un borgo medievale?

Il trend degli ultimi anni vede sempre più crescere la richiesta di sposarsi in luoghi del tutto esclusivi. I borghi medievali, si piazzano tra i primi posti quali luoghi, tra i più ambiti, a far da cornice per la celebrazione del proprio matrimonio.

Vi aiuto a mettere in luce le motivazioni che spingono le coppie a scegliere di sposarsi in un borgo medievale.

Borgo di Bagno Vignoni in Toscana
Terme naturali nella piazza di Bagno Vignoni

1. Scenari paesaggistici e atmosfera incredibili

Sicuramente, lo scenario paesaggistico è la motivazione più immediata che porti a perdersi tra i viottoli acciottolati di uno dei borghi medievali di cui è ricco il nostro Bel Paese.

Come non rimanere incantati, d’altronde, dalle sinuose colline delle campagne toscane, che ad ogni stagione sanno regalare scenari e atmosfere incredibili? Non a caso molti di essi sono stati scelti a far da sfondo a numerosi romanzi e film. Solo per citarne alcuni “Amici miei” di Monicelli, “Il paziente inglese” di Anthony Minghella e “Camera con vista” di James Ivory.

O ancora i borghi medievali abruzzesi, la maggior parte dei quali arroccati sui costoni delle montagne, come quello di Santo Stefano di Sessanio. Borgo, quest’ultimo, tornato in vita dopo un attento recupero architettonico, si è giustamente meritato un posto tra i borghi più belli d’Italia. Altro esempio, è il borgo di Crecchio, che sta vivendo da alcuni anni un processo di ristrutturazione teso all’ospitalità ed accoglienza per eventi esclusivi.

Sposarsi nel borgo medievale di Santo Stefano di Sessanio
Locanda nel borgo di Santo Stefano di Sessanio

2. Intimità e romanticismo di un borgo medievale

Gli amanti di tali luoghi, ovviamente, non potranno non essere coinvolti dalla sensazione di intimità e romanticismo che i borghi medievali sprigionano da ogni angolo che li caratterizza. Ciò che colpisce, solitamente, è la sensazione di trovarsi in un posto quasi surreale, come se non esistesse davvero nella realtà.

Le tipiche stradine, che ad ogni svolta regalano suggestive scoperte: un piccolo ma coloratissimo balcone fiorito, finestrelle con tendine fatte a mano, saliscendi di scalette che lasciano l’imbarazzo nella scelta della direzione da prendere. E poi  piccole botteghe selezionate che attirano, ancor prima per ciò che vendono, per la storia che raccontano alla sola vista.

3. Eccellenza culinaria e vinicola

L’Italia si sa è il Paese del buon cibo e del buon vino.  Immaginate di caratterizzare una delle cene più romantiche e festose, con prelibatezze culinarie accompagnate da un buon calice di vino. Uno dei tanti che le terre delle nostre regioni hanno da offrire. Avrete l’imbarazzo della scelta tra un Chianti o un Morellino di Scansano o ancora tra un Montepulciano d’Abruzzo o un pecorino delle colline pescaresi.

La tradizione culinaria è una delle eccellenze che ci vengono riconosciute da tutto il mondo. Nei borghi adibiti all’accoglienza di eventi esclusivi, ritroviamo sapori tipici ed autentici, un vero e proprio paradiso gourmand. 

sposarsi in un borgo medievale abruzzese
Albergo diffuso nel borgo di Santo Stefano di Sessanio

4. Esclusività e comfort di un borgo medievale

Sposarsi in uno dei borghi medievali d’Abruzzo, della Toscana o di tanti altri che caratterizzano il territorio nazionale è, oggi sempre più, sinonimo di esclusività. Ormai, sono innumerevoli i borghi medievali riportati a nuova vita, che offrono tutti i migliori comfort senza perdere di vista la tradizione e la cultura. Un occhio sempre attento al cliente e alle sue esigenze, ma lasciando fuori da questa esperienza le contaminazioni di un mondo che corre troppo veloce. Un mondo che non lascia spazio al lusso di una giornata senza tv o senza lo stress del traffico.

Chi sceglie di sposarsi in un borgo, lo fa sicuramente perché cerca l’autenticità che solo un luogo così magico può regalare.

5. Tradizione, storia e cultura dei borghi medievali

Il patrimonio storico culturale, unito alle numerose tradizioni custodite e mantenute nel tempo, fanno parte di quella cornice che regala un’atmosfera ancor più romantica alle suggestive location, che troviamo nei numerosi borghi medievali delle campagne toscane, come in quelle abruzzesi, umbre, pugliesi.

Ognuna con delle caratteristiche proprie delle terre che le ospitano e che a proprio modo sanno regalare un fascino del tutto particolare. È facile imbattersi in antiche chiesette o palazzi, che conservano opere di autori più o meno noti. Puoi ritrovare la storia nei posti più impensabili. Personalmente, ritengo che ogni mattone abbia da raccontare qualcosa. Ognuno di esso, infatti, è stato a suo modo, protagonista di un evento, anche semplice, ma portatore di una tradizione. Ne sono un esempio, un antico forno o il telaio di una storica sartoria, arrivati sino ad oggi perchè tramandati di generazione in generazione.

6. Ogni stagione è buona per sposarsi in un borgo

Altro vantaggio del volersi sposare in un borgo medievale, è che si può tranquillamente scegliere di farlo sia nel periodo estivo sia in quello invernale. Si avrà, comunque, la certezza di vivere la magia e la suggestione di un giorno speciale. L’estate regalerà lunghe tavolate sotto un cielo stellato, ma l’inverno, allo stesso modo, saprà accogliere i suoi ospiti nel tepore di locali caratteristici ed esclusivi.

Credetemi, avrete l’imbarazzo della scelta. Non solo quale tra questo o quel borgo medievale, ma anche in che periodo farlo, perché ogni stagione porta con sé, colori e profumi speciali.

Sposarsi in un borgo medievale
Veduta di un borgo medievale toscano

7. Sposarsi in un borgo medievale è un’esperienza emozionale.

Sposarsi in un borgo medievale più intimo e accogliente piuttosto che in uno più esclusivo e lussuoso sarà sempre una scelta in grado di regalare un’esperienza unica, sia dal punto di vista sensoriale che emozionale. Sarà possibile, infatti, sentirsi parte integrante di un paesetto, grazie alla diffusione capillare delle varie aree organizzate all’interno del borgo ospitante. Per non parlare della sensazione di sentirsi “i padroni di casa”, come più spesso accade, avendo a disposizione l’esclusività dell’intero borgo.

Inoltre, sono molteplici le attività nelle quali poter essere coinvolti. Partecipare, ad esempio, al processo di panificazione, corsi di cucina, alla realizzazione di piccoli manufatti o escursioni nei posti più caratteristici della località scelta.

 

Ditemi se questi motivi non rappresentino un bagaglio di esperienze ed emozioni intense. Tornati a casa li ricorderete con un sentimento particolare, a coronamento di un giorno così importante come quello del vostro matrimonio.

Se state, quindi, pensando di sposarvi in un borgo medievale, potrò guidarvi nella scelta del borgo che farà al caso vostro.

 

Simona Chiarotti Wedding planner

Ph credits: Pinterest

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *